Calambur

01calambur

Domenica 17 settembre 2017 – Festa dei Rioni

L’Associazione Culturale Elitropia presenta in collaborazione con il Comune di Certaldo la sua nuova Manifestazione Spettacolare denominata Calambur ovvero la Disfida dei Rioni con la direzione artistica di Riccardo Diana.
Per l’occasione sono nati sei rioni di città: L’Alberone, La Canonica, Il Vicario, I’Mulino, Le Fonti, I Cipressi che si confronteranno in una giornata dedicata alla riscoperta dei giochi medievali.
Motivo di ispirazione di tutta la Manifestazione sarà il gioco dei Tarocchi o, per meglio dire, “Il gioco degli Arcani Maggiori”, gioco che racchiude in se i segreti della divinazione, gioco inventato nel medioevo ma che raccoglie una tradizione molto antica.logo calambur
Ciascun Rione, riconoscibile per il suo gonfalone e i suoi colori, verrà associato ad una carta dei Tarocchi tanto da formare tre coppie in opposizione: L’Amore/L’Eremita, Il Diavolo/La Temperanza, Il Folle/Il Giudizio.
Tutti i confronti saranno governati da altre quattro carte: La Ruota della Fortuna, Il Mondo, La Forza, Il Bagatto: le prime due sono riferite alla Fortuna e al Destino, le altre a Forza e Abilità.

Svolgimento della manifestazione

Il corteo che partirà da Certaldo Alto, opportunamente allestito scenograficamente, sarà formato da personaggi in costume medievale che rappresentano i sei rioni, preceduto dalle insegne di Città, tamburini e sbandieratori, giudici di gara. Successivamente sfilerà per le vie della Città, trovando il suo punto di arrivo in Piazza Boccaccio che sarà allestita con una grande rosa dei venti disegnata in terra il cui punto centrale è la statua di GIovanni Boccaccio. Sulle sei punte in opposizione troviamo sei piramidi che culminano con le sei grandi carte dei Tarocchi prescelte.
I componenti del corteo, entrando in piazza, si andranno a disporre coreograficamente nei luoghi determinatati formando figure simboliche con ritmo e dinamismo.
Estratte le coppie che si cimenteranno nella manifestazione sarà dato inizio ai giochi di ispirazione medievale, di forza e abilità in modo da consentire a tutti uguali possibilità di partecipazione.

Il rione che si aggiudicherà il maggior numero di giochi riceverà in premio un gonfalone ispirato alla Carta del Mondo, dipinto per l’edizione 2015, dall’artista certaldese Sabrina Taddei.